4 Agosto 2011, ore 20,30: il TGV Parigi-Milano fermo per 2 ore alla stazione di Condove

 

Mentre il grande piccolo uomo Turi resiste sulla cima dell'albero a Chiomonte, alla stazione di Condove-Chiusa Ŕ stato bloccato per pi¨ di 2 ore il Tgv proveniente da Parigi e diretto a Milano.

 

All'appuntamento, lanciato in piazza a Condove, ci ritroviamo giÓ in molti, ma nel giro di poco i numeri iniziano ad essere importanti fino ad arrivare alle pi¨ di 300 persone che alle 21 affollano la stazione di Condove e la strada che collega le due statali.

 

Il Tgv, giÓ rallentato a Bussoleno e S. Antonino, Ŕ poi arrivato a in stazione con mezzora di ritardo (doveva transitare alle 20.30) a velocitÓ ridotta, vedendo poi l'enorme folla che stazionava sulla banchina (Ŕ bene sottolineare che nessuno ha invaso i binari) per motivi di sicurezza ha preferito fermarsi fino a che il presidio non si Ŕ sciolto.

 

Bella l'immagine del treno di pendolari lasciato transitare con il macchinista che faceva suonare il treno a ritmo per dimostrarci la sua solidarietÓ e i passeggeri che abbassano i finestrini a applaudono le centinaia di bandiere....foto di una valle no tav.

 

E' utile ribadire che quest'azione spontanea, decisa pochi minuti prima in assemblea in piazza Condove e che ha riscosso una partecipazione al di sopra di ogni aspettativa, dimostra la voglia di una Valle senza paura di rispondere colpo su colpo, a chi crede di spaventarci con una militarizzazione da vera guerra, tirando gas cs, a chi ci perquisisce le case, a che ferma per intere giornate persone colpevoli solo di essere no tav.

 

Per finire facciamo una dedica: il blocco del tgv lo dedichiamo a Turi e agli amici che stanno facendo lo sciopero della fame e della sete

....e non si pensi che il tutto si esaurirÓ con questa sera...


comitato no tav spinta dal bass

spazio sociale libertario Takuma