LE RAGIONI DELLA NOSTRA OPPOSIZIONE

Chi siamo
Presentazione

Le ragioni della nostra opposizione
La nostra proposta alternativa
I compiti del comitato

 

Le tratte ferroviarie ad alta velocitÓ, alta capacitÓ (TAV/TAC):

  • perseguono un modello di movimentazione esasperata delle merci a supporto del processo produttivo neoliberista, fortemente distribuito sul pianeta allo scopo di sfruttare al massimo i lavoratori e l'ambiente nei luoghi dove essi sono meno tutelati;

  • in Italia sono dichiarate "di interesse strategico" ed in quanto tali precluse per legge ( ! ) alla partecipazione democratica delle istituzioni locali e dei cittadini coinvolti, tanto nelle fasi di definizione e progettazione quanto nella realizzazione;

  • violenterebbero il territorio con "corridoi di servizio industriale" larghi almeno 300 metri, fasce in cui risulterebbe distrutta qualsiasi possibilitÓ presente e futura di abitare o svolgere attivitÓ economiche;

  • avrebbero un impatto ambientale pesante per l'inquinamento da rumore e vibrazione che colpirebbe tutte le forme di vita lungo il tragitto e spesso comporterebbero nuove pericolose variazioni dell'equilibrio idro-geologico naturale (tunnel, terrapieni, barriere di protezione);

  • richiedono finanziamenti pubblici ingentissimi, dell'ordine di miliardi di Euro, a scapito di settori primari quali sanitÓ, scuola e stato sociale in un'epoca di drammatica crisi industriale e di collasso delle finanze statali;

  • prefigurano investimenti fortemente concentrati la cui gestione costituisce ormai, di regola, terreno fertile per la corruzione e le infiltrazioni mafiose;

  • porterebbero elevati profitti a speculatori e costruttori quali FIAT, ENI, Pininfarina, ma successivamente, in esercizio, sarebbero economicamente in perdita come dimostrano grandi opere simili (tunnel della Manica), e perci˛ richiederebbero altro denaro pubblico per coprire il deficit.

Vedi: Perché diciamo NO al TAV Torino-Lyon