Ricevi la nostra Newsletter?

Cosa trovate in questo sito

Raccontiamo il mito del Treno ad Alta Velocità e, per contro, le lotte di difesa dei territori: è una storia lunga decenni, con un epicentro in Val di Susa. Lo facciamo non solo raccogliendo e pubblicando le notizie di attualità più significative, indagandone connessioni e senso politico; curiamo anche sezioni dedicate a seguire alcuni temi cruciali:

I progetti del Tav torino-Lione

con le motivazioni puntuali degli esperti di un'opposizione robusta e sempre attiva

Le radici No Tav in val di Susa

la base popolare; anni di laboratorio della partecipazione informata, vera scuola di un modello alternativo di futuro

Casta, cricche, cosche: la compagnia delle grandi opere

un cancro italiano che prova a scardinare perfino la democrazia e prospera sui flussi di denaro pubblico investito in infrastrutture

Come utilizzare al meglio i contenuti di questo sito?
Ecco una breve guida alla ricerca dei documenti

 

Il punto sul Tav Torino-Lione

dopo il ridimensionamento dei progetti (Febbraio 2017)

 

L'apertura dei nuovi cantieri

(nelle intenzioni dei promotori)

tra il 2017 e il 2030


Perché diciamo NO al TAV
Torino-Lione

Le ragioni dell'opposizione ad una nuova ferrovia: una proposta di lettura delle ragioni NO TAV a diversi livelli di approfondimento.


Scarica il dossier pdf stampabile (6 pag.)

 

INOLTRE:

Giugno 2014

 

 

a cura del prof. Guidi Rizzi (Politecnico di Torino)

 

Settembre 2014:

inerente il trasporto merci su ferrovia nella tratta di valico

curato da prof. Guido Rizzi e ing. Andrea Allasio

----------------------------

 


Politecnico di Torino, 26 Aprile 2012

Convegno scientifico: Tav Torino-Lione quali opportunità e criticità?

Gli atti: audio/video e documenti


 

Le ragioni contro la Torino-Lione sulla rivista scientifica FEB

(articolo in Italiano ed in inglese)


Ecco invece le ragioni a favore della Torino-Lione: stanno comodamente in 3 minuti di video

Spagna:

Zapatero ha puntato troppo sulle linee ad Alta Velocità (AVE), che alla prova dei fatti hanno prodotto un pauroso deficit d'esercizio
[dal sito della TV svizzera-italiana]


La lotta al TAV in un video


di Manolo Luppichini
e Claudio Metallo


Un'alternativa al TAV ?

Ammodernare la ferrovia che esiste già. Due esempi:

 

Con il 2010 alcuni tra gli interventi strutturali indicati sono stati completati; mancano però le misure gestionali e fiscali, nonché gli investimenti per nuovo materiale rotabile.

 

Le basi analitiche:


Cronologia del TAV To-Lione

Anni di evoluzione tecnica, politica e sociale della vicenda. Anni assai significativi nella storia ultraventennale del movimento NO-TAV. Anni di variazione dei progetti della nuova ferrovia.

 

Due articoli che racchiudono il senso di anni di resistenza

 

Un filo rosso nelle lotte NO-TAV:


Dalle prime ipotesi fantasiose alla "soluzione sinistra Dora" (2002-2003); dai fatti di Venaus alle improvvisazioni per ottenere il finanziamento UE (2007-2008), fino al fritto misto del "destra Dora" (2010-2011) .

Poi i ridimensionamenti del 2013 e 2016.

Della serie: purché si faccia.


 

I progetti più attuali

 

 

 


Ed i relativi sondaggi preliminari:


Da non perdere

 


Articoli in evidenza

Un'analisi del Prof. Andrea Boitani, del Prof. Marco Ponti e dell'Ing. Francesco Ramella [apr. 2007]

 

Un'intervista [dic. 2007] e 4 articoli [2010-2011] del Prof. Marco Ponti:

 

La ricerca dell'ing. Ivan Cicconi sulla dinamica dei costi dell'Alta Velocità in Italia e loro peso inter-generazionale [Nov. 2011]:

 

Un'analisi del Prof. Rémy Prud’homme [apr. 2008]:

 

Un'articolo del Dr. Roberto Perotti su Il Sole 24 ore [apr. 2008]

 

Un'opinione del Prof. Gerardo Marletto [lug. 2008]:

 

Due contributi dai Comitati NO TAV [mar. e ago. 2008]

 

Un aggiornamento dell'analisi costi/benefici dal prof. Tartaglia
[2011]


Dossier da notavbrennero.info

 

  • Misure per favorire la costruzione di infrastrutture "strategiche" in Italia

[aggiornamento a Marzo 2015]:

- sintesi

- documento integrale

 

  • Valutazione di sostenibilità economica delle opere in Italia

[aggiornamento Febbraio 2015]:

- sintesi

- documento integrale


 

E ancora:

 

la lista completa in:

 


Due importanti appelli al governo:

 


In evidenza

 

Avvisi di esproprio terreni da Telt

 

Ecco le istruzioni per rispondere alla prima raccomandata di Telt

 


Appuntamenti

Ciclo di proiezioni del documentario

Archiviato

l'obbligatorietà dell'azione penale in Valsusa

nelle sedi delle circoscrizioni di Torino

 

Prossime serate (ore 21):

- Venerdì 31 Marzo 2017 sala polivalente di

piazza Umbria 28

- Giovedì 6 Aprile 2017 sala consiliare di

via Stradella 186


 

 

Sabato 1 Aprile 2017 alle ore 18 a Torino

presso il maneggio della Cavallerizza reale occupata

via Verdi 9

proiezione del documentario Archiviato l'obbligatorietà dell'azione penale in Valsusa

a cui non è stato dato spazio nella rassegna "Biennale della democrazia"


 

Le nostre news

 

 

[29-03-2017] La Corte di Cassazione insiste: l'azione No Tav NON è terroristica!

Per la terza volta, stante la cieca insistenza nei ricorsi della procura di Torino, la Cassazione si è epressa ieri in merito all'azione di No Tav (Chiara, Claudio, Mattia e Nicolò) che il 14 Maggio del 2013 causò il bruciacchiamento di un compressore nel cantiere di Chiomonte: non fu terrorismo!


 

[28-03-2017] Il tribunale di Torino condanna 12 No Tav a 2 anni di carcere

Due anni ciascuno di carcere: è questa la sentenza di primo grado emessa stamattina a Torino per 12 attivisti No Tav che nei giorni seguenti la tragica caduta di Luca Abbà dal traliccio in Clarea (Marzo 2012) presidiarono un casello dell'autostrada A32 in Val di Susa, volantinando e tenendo aperte per pochi minuti le barriere di ingresso con lo slogan "Oggi paga Monti".La richiesta di risarcimento dell'autostrada era di 25mila euro; il tribunale ha stabilito una provvisionale di 777 euro.


 

[20-03-2017] La chimera della linea 5 del Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino

La linea 5 del SFM torinese richiederebbe la posa di pochi kilometri di nuovo binario, utilizzando in gran parte l'esistente, e la costruzione della nuova fermata dell'Ospedale S. Luigi di Orbassano, ai confini di Rivalta di Torino. Ma dal 2009 è già stata "rivenduta" ai cittadini, sulla carta, più volte: prima come compensazione del vicino inceneritore, poi del futuro Tav Torino-Lione. A cifre in crescita, ovviamente: 10 milioni, 18,5 milioni, 40 milioni... Senza che sia stato piantato un chiodo. Ora la giunta di Rivalta chiede un tavolo di confronto con i Comuni interessati.


 

[17-03-2017] Denuncia dei Sindaci della Valsusa alla Commissione Europea

L'Unione dei Sindaci della Valsusa scrive una lettera alla Commissione europea Mobilità e Trasporti denunciando come i finanziamenti per la galleria geognostica di Chiomonte siano stati assegnati senza gara d'appalto sulla base di un falso: il cosiddetto "accordo di Pra Catinat" del Giugno 2008, in realtà mai ratificato dai Comuni della Valle.


 

[17-03-2017] Il marcio delle grandi opere

Una nuova inchiesta de L'Espresso torna a far luce (unico tra i media) sul sistema italiano delle grandi opere. Dagli interrogatori di un direttore lavori (alta velocità, Salerno-Reggio...) finito in carcere ad ottobre 2016 con altri manager del settore grandi costruzioni, emerge un quadro aggiornato degli intrecci perversi e corruttivi più che consolidati tra imprenditori, politici, alti funzionari dello stato. Il sistema è sempre quello disvelato anni fa dal compianto Ivan Cicconi, basato sulla corruzione figlia di tangentopoli, che però oggi è strutturata su più livelli e passa attraverso subappalti, finte consulenze, partecipazioni occulte in aziende create ad-hoc. I nomi che compaiono sono già ben noti: Incalza, Lunardi, Monorchio, Gavio, Impregilo, Salini, Cociv, Cmc... Gli effetti collaterali delle ruberie sono costi che salgono alle stelle, ma anche gallerie che rischiano di crollare ed una gestione criminale dell'amianto nello smarino.


 

[16-03-2017] 2016: triplicati gli appalti irregolari rispetto all'anno precedente!

Non passa giorno senza che dai media tentino di convincerci, governo in testa, che il Paese sta uscendo dalla crisi economica: un più zero virgola di qualche indice starebbe a testimoniare cose che in realtà non si riescono a toccare con mano. Crescita di gran lunga più tumultuosa, dice la guardia di finanza, mostra il malaffare: +300% tra 2015 e 2016. C'è un legame? E' questa enormità che alla lunga produce un + 0,9 del PIL? Un + 0,1 nell'occupazione?


 

[16-03-2017] Nuovi carotaggi a Rivalta

Ieri pomeriggio è stata notata una trivella in azione di fronte alla birreria L'ombelico, lungo la strada Rivalta-Rivoli: è il punto in cui, secondo il progetto Tav, la nuova ferrovia attraverserebbe la provinciale. La trivella è della ditta Eurogeo, che aveva già effettuato sondaggi in zona nei mesi scorsi. Gli attivisti No Tav hanno dato vita da subito ad un presidio, che è stato nuovamente convocato per stamattina alle 7.


 

[14-03-2017] Marisa e Nicoletta assolte

Nell'ennesimo processo bagatellaro contro i No Tav Marisa Meyer e Nicoletta Dosio sono state assolte dall'accusa di inosservanza dei provvedimenti dell'autorità: il fatto non sussiste. Era il 20 settembre 2014 e le due militanti settantenni accompagnarono l'europarlamentare GUE Eleonora Forenza in una visita al cantiere di Chiomonte; per pochi minuti fecero un simbolico sit-in di protesta accanto al trenino di servizio della galleria.


 

[13-03-2017]

Francia: merci su treno subito, non nel 2030

Sul lato francese delle Alpi continua una serrata campagna per la difesa della salute degli abitanti dall'inquinamento prodotto dai Tir in transito. Con i No Tav parte attiva si tengono serate informative ed incontri con le forze politiche in vista delle prossime elezioni. Vengono avanzate 10 proposte per trasferire le merci sulla linea esistente, senza bisogno di una nuova ferrovia Torino-Lyon.


 

[10-03-2017] L'amianto è cancerogeno anche nell'acqua potabile

Tav Terzo Valico: l'Arpa, in diversi campionamenti sotto al sito della cava Clara e Buona, trova l'asbesto anche nelle falde acquifere; la concentrazione in qualche caso arriva fino a 305.000 fibre per litro. Arpa ricorda che non esiste un limite di legge nelle acque, ma la prestigiosa Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro dell'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che esistono prove sufficienti per dimostrare la cancerogenicità di tutte le forme di amianto per l’uomo. L'ingestione metterebbe a rischio, in primis, l'apparato digerente. Un sindaco, responsabile della tutela della salute dei suoi cittadini, dovrebbe invocare il principio di precauzione.


 

 

[05-03-2017]

Terzo valico: trovato di nuovo amianto!

Fermati i lavori a Castagnola, al confine tra Piemonte e Liguria, per un nuovo ritrovamento di amianto da parte dell'Arpa. La cosa si ripete ormai dal 2015 in avanti in diverse località, ed ha già causato altre volte il blocco dei cantieri.


 

[03-03-2017] Riesaminare le grandi opere già decise: no a spese folli e ingiustificate

In Italia la drammatica situazione del bilancio statale, e le pressanti priorità di spesa per la ricostruzione e l'indispensabile prevenzione di effetti letali delle catastrofi naturali, imporrebbero una seria revisione degli investimenti pur già decisi (70 miliardi) per opere pubbliche dall'utilità quanto meno dubbia. Serve un riesame rigoroso costi-benefici trasparente e comparativo. Al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno ora creato una "struttura di missione" col compito di selezionare gli investimenti, ma sembra partire male, visto che parla già di intoccabilità di grandi opere (mai seriamente valutate) definite "irreversibili". (articolo del prof. Marco Ponti da lavoce.info)

Vedi l'appello al ministro Del Rio di 42 docenti ed esperti di Trasporti.


 

[02-03-2017]

Tav: sfacciate manipolazioni delle procedure

Terminata la galleria geognostica della Maddalena di Chiomonte, ecco un documentato articolo che ripercorre le stranezze del suo iter realizzativo, più volte denunciate dai comitati No Tav. Prima una semplice variante al progetto di Venaus sposta la galleria a Chiomonte, poi il balletto dell'opera "dentro-fuori" la Legge obiettivo, poi niente progetto esecutivo e niente gare di appalto. Il tutto mentre girava la giostra che ha portato i costi da 84 a 173 milioni. Governi, istituzioni europee, magistratura hanno snobbato esposti e ricorsi sulle irregolarità, avallando tutti i fatti compiuti. Si vuole trasmettere un messaggio che dice: i promotori sono forti, e fanno ciò che vogliono. (vedi)


 

[24-02-2017] Applicato il braccialetto elettronico ad un militante No Tav

Il parossismo strabico della procura torinese è giunto ad applicare il braccialetto elettronico, per reati come resistenza aggravata a pubblico ufficiale, a Luca Germano. L'attivista così avrà un tele-controllo continuo che monitora i suoi movimenti. Luca aveva disobbedito alla misura cautelare degli arresti domiciliari, perciò era stato incarcerato; poi rimesso ai domiciliari e di nuovo sospettato, senza prove, di presunta evasione.


 

[23-02-2017]

Telt: a Chiomonte esplorazione finita

Fiato alle trombe dei media mainstream: Telt dice che è ultimata la galleria geognostica della Maddalena di Chiomonte! In realtà hanno scavato 7020 metri dei 7500 previsti, ma dichiarano di aver già capito tutto. Interamente spesi, comunque, i 173 milioni stanziati (ma va?) di cui 20 per la militarizzazione. Ora smontano la talpa ed i suoi accessori, in attesa del progetto di successivo allargamento del cantiere, che pare sia indispensabile per poi poter scavare il tunnel di base dal fondo della galleria geognostica, come affermano di voler fare per iniziare l'opera vera e propria. .


 

[22-02-2017]

La magistratura torinese dice di vergognarsi...

Caso di stupro di una bambina di 7 anni nel 1997: sentenza di primo grado nel 2007 (condanna a 12 anni); il successivo ricorso in appello resta fermo 10 anni, fino al 2017, quando interviene la prescrizione del reato! (totale: 20 anni).

Caso di resistenza aggravata a pubblico ufficiale in manifestazioni No Tav dell'estate 2011, con ben 53 imputati: sentenza di primo grado a gennaio 2015, sentenza di appello a novembre 2016 (totale 5 anni). Quattro volte più veloce.


 

[19-02-2017] Un altro lutto per i No Tav

Muore Ivan Cicconi, per i No Tav un grande amico ed un maestro, membro della Commissione Tecnica dei Sindaci e sempre presente nei convegni e negli incontri informativi come uno dei maggiori esperti italiani di ingegneria contrattuale ed appalti, disvelatore di furberie, truffe e malaffare. Ci mancheranno la sua competenza e disponibilità; ma ci lascia in eredità molto materiale: ricordiamo qui i suoi libri presenti nella bibliografia di questo sito: La Storia del futuro di Tangentopoli, poi ancora Le grandi opere del Cavaliere e Il libro nero dell'Alta Velocità.


PER LE DATE PRECEDENTI: vai all' archivio news

 


 


 

Cerca su queste pagine
Cerca su Web
FreeFind


Alcuni documenti per chi ci legge da lontano:

bafrabatedbaingbasp


Vuoi dare un sostegno a

NO TAV Torino?


Donazioni CASSA DI RESISTENZA NO TAV
Oppure Conto BancoPosta
Numero: 1004906838
Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA
IBAN:
IT22L0760101000001004906838



5-8 Novembre 2015: sessione del

Tribunale Permanente dei Popoli su Diritti fondamentali, partecipazione delle comunità locali e grandi opere.

Dal Tav alla realtà globale

 

Una sentenza storica:

"Sospendere i lavori e cessare l'occupazione militare in Val di Susa"

 

 

 


Campagne NO-TAV

Dossier completo su

chi LTF ha incaricato dei lavori

(senza gara) per allestire il cantiere a Chiomonte:

 

- Fior di intermediari !

- Trascorsi non proprio limpidi

 

- Le ditte ed i consorzi ai raggi x: sempre loro fra fallimenti, riaperture con parenti prestanome, sponsor politici molto interessati...

 

- I tanti guai nel passato degli "imprenditori": appalti truccati, fatture false, corruzioni... E la 'ndrangheta

 

- valutazioni su imprese e costi

 


Campagna a Torino

citta

 

LA GRANDE TRUFFA DEL TAV

registrazioni audio-video

al convegno del 23-02-2013



Una valle militarizzata

A Chiomonte c'è una base militare con una recinzione abusiva per acchiapare soldi UE. In Val di Susa stanno sperimentando un modo "moderno" per realizzare grandi opere.

Tragico epilogo della fu-democrazia in un Paese gravemente malato, che non esita a dichiarare guerra anche ai propri cittadini


 

I peccati della Maddalena

(realizzato da Fratelli di Tav)




Non solo TAV Torino-Lione

Alta Velocità: emblema di modernità, patente di europeismo, garanzia di progresso e di sviluppo?

 

Le merci attraversano le Alpi:

notizie, documenti e schede sul problema della gestione dei flussi di merci attraverso la catena alpina.

Analisi e proposte alternative attente alla sostenibilità ambientale

 

I cantieri dell'Alta velocità: i media ne parlano poco o niente. Che sia un caso?


Il ruolo dell'Unione Europea

Le funzioni di programmazione e di coordinamento dell’Unione Europea in relazione allo sviluppo di reti transeuropee di trasporto, il quadro di regole comuni, i finanziamenti europei, i rapporti dei cittadini con il Parlamento europeo....

 

Contro le grandi opere inutili imposte


Il futuro dei trasporti

Fare dell’Italia una grande piattaforma logistica a servizio dell'Europa: è questo il progresso, è questo il futuro che ci aspetta?


Imprese-partiti-mafie

Articoli e documenti su:

 



Ultimo aggiornamento: 29-Mar-2017