Cronologia del Tav Torino-Lione

A partire dalle vicende più recenti


Sviluppi di varianti progettuali e lavori preliminari

 

 

 

Tratta internazionale

 

 


Valutazione dell'opera

 

Torino-Lione e Green Deal europeo sono in antitesi

 

 

La Corte dei Conti europea presenta uno studio molto critico (2018):

 

 

Il bilancio dell'opera presenta un risultato negativo tra 5,7 e 8 miliardi

 

 


I progetti vigenti

 

TRATTA INTERNAZIONALE

 

 

TRATTE NAZIONALI

 

 

  • La Francia iniizerà studi e progettazione solo dopo il 2030

 

 

15 anni di ridimensionamenti: purché si faccia, anche solo il tunnel di base:

 


La palude delle compensazioni

 

Promesse e manovre:

 

 


Le motivazioni No Tav

 

 

 

 

 

  • Alcuni documenti per chi ci legge da lontano:

    bafrabatedbaingbasp

 

 

Appuntamenti

 

 

 

Martedì 28 Giugno 2022 al Presidio No Tav di San Didero

- ore 19 apericena condiviso (ognuno porti qualcosa e stoviglie e posate proprie)

- ore 21 serata informativa con la Commissione tecnica: parliamo del Nulla?


 

Vedi Programma-base settimanale del presidio No Tav di San Didero



Le nostre news

 

[23-06-2022] L'Unione montana Valsusa scrive alla ministra Lamorgese ed al commissario Mauceri

Il presidente dell'Unione, Pacifico Banchieri lamenta l'assurda situazione in atto a San Didero: un cantiere mai avviato, ma con una sorveglianza militare continua dai costi esorbitanti e da ultimo la revoca della gara di appalto che moltiplica ritardi ed incertezza. E nel contempo denuncia l'inutilità, l'elevato costo ed il forte impatto ambientale del progettato tunnel sotto la collina morenica quale segmento della futura tratta nazionale Tav. Su questi temi l'Unione chiede un incontro chiarificatore


 

[21-06-2022] Per i pm di Milano dire che i No Tav sono tutti terroristi è falso, ma non è reato

Ad Ottobre 2021 il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, affermò in diretta TV che i No Tav sono "quanto resta del terrorismo italiano degli anni Settanta". Il mese successivo centinaia di appartenenti al Movimento contro il treno sporsero querela contro il giornalista. La tradizionale, naturale tendenza delle Procure a cestinare le denunce presentate dai No Tav è dietro l'angolo: la strabiliante teoria dei pm milanesi è che si, Molinari ha detto il falso, ma i querelanti non possono ritenersi offesi. Ora si attende la decisione del Giudice per le indagini preliminari. Leggi


 

[16-06-2022] Le "opere di accompagnamento al Tav" (o compensazioni) sono bocconi avvelenati, o espliciti ricatti

E' il concetto che il Movimento No Tav richiama in una nuova lettera aperta rivolta agli amministratori dei Comuni della Valle, citando i casi emblematici di Bussoleno e Mompantero ai quali in sostanza l'assessore regionale Gabusi scrive: “se volete mettere in sicurezza il territorio, promuoverlo e farlo vivere, i soldi ci sono ma sono legati al progetto nuova linea ferroviaria Torino Lione e da lì si devono prendere”. Vedi


 

[16-06-2022] La grave siccità del 2022 pone seri problemi anche in Valsusa. Dove, per giunta, gli scavi pre-Tav svuotano le falde

Nel 2022 in Piemonte la siccità è la peggiore degli ultimi 50 anni: in alcune zone del Torinese sono già in funzione le autobotti per riempire i pozzi. L'acqua dal cielo non arriva e intanto in Valsusa dalle falde sotto la montagna viene drenata e sprecata. La galleria geognostica di Chiomonte ha provocato 245 perdite idriche con una portata complessiva stimata in 102,6 litri al secondo (3,2 milioni di metri cubi l'anno). Acqua di falda profonda, idropotabile, frutto del filtraggio naturale operato dalle rocce alpine. Vedi l'articolo di notav.info che riproduciamo.


 

[11-06-2022] L'Università di Torino boccia la proposta di Telt per un accordo di ricerca

Il Consiglio del dipartimento di Culture, politiche e società dell’Università respinge l'ipotesi di studio che avrebbe dovuto valutare l’impatto sociale, culturale ed economico del Tav sulla Val di Susa. E' una delle rarissime volte in cui la proposta di un progetto di ricerca finanziato viene bocciata da un dipartimento. Ma per i rappresentanti degli studenti e per i ricercatori Telt è una società compromessa. Il direttore del dipartimento Francesco Ramella: «C’è stata una forte presa di posizione da parte dei rappresentanti degli studenti che hanno manifestato la volontà di non proseguire nell’accordo» Ecco il comunicato del collettivo studentesco "Bonobo" (degli Studenti Indipendenti)


 

[04-06-2022] Fallisce una delle ditte impegnate nel cantiere francese del tunnel Tav

La Geodata, nata a Torino, è (era) una nota multinazionale specializzata nella realizzazione di gallerie ormai controllata da un colosso cinese del settore. Dopo aver lavorato alla metropolitana di Torino, nel 2020 in consorzio con altri aveva ottenuto l'appalto per la direzione lavori di un lotto del tunnel di base del Tav (imbocco di Villard Clément). A Maggio con una mail ha sospeso i 400 lavoratori (90 a Torino) e poi è arrivata la dichiarazione di fallimento. Pare che avesse ancora molte commesse di lavoro, ma anche debiti soverchianti. Leggi


 

[25-05-2022] Pro Natura: la revoca della gara per l'autoporto è dovuta all'inquinamento dei terreni

Non è solo l'aumento dei costi di materie prime ed energia a indurre Sitaf a revocare la gara per la ricollocazione dell'autoporto a San Didero. E' la presa d'atto delle spese ingenti per la bonifica dei terreni del sito, avvelenati per anni da diossine e pcb emessi dall'acciaieria e da misteriosi fusti interrati di nascosto. Situazione sempre denunciata dal Movimento No Tav. Questa è la tesi di Pro Natura, espressa in un comunicato stampa


 

[18-05-2022] La Sitaf revoca la gara d'appalto per il nuovo autoporto di San Didero

Altra battuta d'arresto per il Tav in Valsusa: con determina del 5 Maggio scorso la Sitaf, società di gestione dell'autostrada A32, ha revocato la gara di appalto di Febbraio 2020 per la rilocalizzazione dell'autoporto "in considerazione del mutamento della situazione di fatto, non prevedibile al momento della pubblicazione del bando di gara". Non solo finora non si è fatto nulla, ma si torna indietro di due anni. Si continuerà a spendere fior di nostri quattrini per pagare decine di poliziotti a far la guardia al nulla?


 

[15-05-2022] Piagnisteo di Foietta, perché la Francia insiste: niente tratta nazionale Tav. Se è così, La Ue non finanzia.

I lobbysti nostrani della Torino-Lione si mostrano in preda a grande sconforto. Temono di non poter continuare a riscuotere i lauti stipendi cui ormai... erano abituati? Niente: è che la Francia non cambia idea, non vuol saperne di costruire la sua tratta nazionale, che continua a risultarle priva di benefici economici (cioè, inutile); pensano sia meglio puntare sulla modernizzazione della linea esistente Modane-Digione. Ma allora Lione? In queste condizioni è impossibile firmare la "Decisione di esecuzione" bilaterale dell'intera linea, richiesta dalla UE a fine 2020 come pre-requisito per erogare i finanziamenti all'opera. Per la verità la Francia, come ben sa chi segue la vicenda, ha sempre avuto la posizione attuale, ma forse i nostri "profiteroles del Tav" speravano che se ne fosse dimenticata; o si facesse infine sedurre da quel gusto così appagante ... di mettere le mani sui soldi della Ue. Leggi


 

[10-05-2022] Lo street-artist Blu assolto dall'accusa di "imbrattamento"

Assolto lui, che è tra i 10 migliori al mondo nel suo campo, insieme a due nostri compagni No Tav, perché "il fatto non sussiste": si tratta di arte, un arricchimento per la comunità locale, non di imbrattamento. Lo ha certificato il prof. Tomaso Montanari (Storia dell'arte - Università di Siena) E la giudice ha deliberato l'assoluzione. Il fatto riguardava il murales dipinto nel 2018 in un sottopasso sulla statale 24 nei pressi di Chiomonte, noto come "il girotondo del Tav". La denuncia era partita, su segnalazione della polizia, dalla stessa Procura torinese...


 

PER LE DATE PRECEDENTI: vai all' archivio news

 


I contenuti di questo sito sono riportati, insieme a molte altre informazioni e numerosi materiali utili ai fini di ricerche, su


Altri siti No Tav attivi nella lotta alla Torino-Lione
 

Cerca su queste pagine
Cerca su Web
FreeFind


SOSTIENI NO TAV Torino


CASSA DI RESISTENZA NO TAV

Oppure Conto BancoPosta
Numero: 1004906838
Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA
IBAN:
IT22L0760101000001004906838

La repressione giudiziaria del Movimento No Tav

 

Il caso emblematico di Dana

 

 

 

 

 

Centinaia di militanti imputati in decine di processi per oltre un decennio; molte misure cautelari di privazione della libertà prima del giudizio

 


I cittadini inascoltati, la valle militarizzata

 

Il Tav Torino-Lione è il caso più lampante di grande opera inutile imposta alla popolazione

 

Interviene, in seguito ad un esposto, il Tribunale Permanente dei Popoli che sentenzia: violati i diritti fondamentali dei cittadini

 

 

 

 

Autore dell'esposto al TPP è

 

 

nato nel 2014 p er vigilare attentamente sui limiti posti all'agibilità democratica.

 

Negli anni seguenti il Controsservatorio promuove convegni, pubblicazioni, appelli, esposti alla Magistratura

 

 


Il Movimento No Tav

 

Oltre trent'anni di ostinata resistenza

 

Un filo rosso nelle lotte NO-TAV:

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: 26-Giu-2022