Ricevi la nostra Newsletter?

Cosa trovate in questo sito

Raccontiamo il mito del Treno ad Alta Velocità e, per contro, le lotte di difesa dei territori: è una storia lunga decenni, con un epicentro in Val di Susa. Lo facciamo non solo raccogliendo e pubblicando le notizie di attualità più significative, indagandone connessioni e senso politico; curiamo anche sezioni dedicate a seguire alcuni temi cruciali:

I progetti del Tav torino-Lione

con le motivazioni puntuali degli esperti di un'opposizione robusta e sempre attiva

Le radici No Tav in val di Susa

la base popolare; anni di laboratorio della partecipazione informata, vera scuola di un modello alternativo di futuro

Casta, cricche, cosche: la compagnia delle grandi opere

un cancro italiano che prova a scardinare perfino la democrazia e prospera sui flussi di denaro pubblico investito in infrastrutture

Come utilizzare al meglio i contenuti di questo sito?
Ecco una breve guida alla ricerca dei documenti

 

Documento del Comitato scientifico del Controsservatorio Valsusa

 


 

 

L'apertura dei nuovi cantieri

(nelle intenzioni dei promotori)

tra il 2017 e il 2030


 

Serata informativa di Torino

del 7 Aprile 2017

(con video della relazione tecnica)


 

Perché diciamo NO al TAV
Torino-Lione

Le ragioni dell'opposizione ad una nuova ferrovia: una proposta di lettura delle ragioni NO TAV a diversi livelli di approfondimento.


Scarica il dossier pdf stampabile (6 pag.)

 

INOLTRE:

Giugno 2014

 

 

a cura del prof. Guidi Rizzi (Politecnico di Torino)

 

Settembre 2014:

inerente il trasporto merci su ferrovia nella tratta di valico

curato da prof. Guido Rizzi e ing. Andrea Allasio

----------------------------

 


Politecnico di Torino, 26 Aprile 2012

Convegno scientifico: Tav Torino-Lione quali opportunità e criticità?

Gli atti: audio/video e documenti


 

Le ragioni contro la Torino-Lione sulla rivista scientifica FEB

(articolo in Italiano ed in inglese)


Ecco invece le ragioni a favore della Torino-Lione: stanno comodamente in 3 minuti di video

Spagna:

Zapatero ha puntato troppo sulle linee ad Alta Velocità (AVE), che alla prova dei fatti hanno prodotto un pauroso deficit d'esercizio
[dal sito della TV svizzera-italiana]


La lotta al TAV in un video


di Manolo Luppichini
e Claudio Metallo


Un'alternativa al TAV ?

Ammodernare la ferrovia che esiste già. Due esempi:

 

Con il 2010 alcuni tra gli interventi strutturali indicati sono stati completati; mancano però le misure gestionali e fiscali, nonché gli investimenti per nuovo materiale rotabile.

 

Le basi analitiche:


Cronologia del TAV To-Lione

Anni di evoluzione tecnica, politica e sociale della vicenda. Anni assai significativi nella storia ultraventennale del movimento NO-TAV. Anni di variazione dei progetti della nuova ferrovia.

 

Due articoli che racchiudono il senso di anni di resistenza

 

Un filo rosso nelle lotte NO-TAV:


Dalle prime ipotesi fantasiose alla "soluzione sinistra Dora" (2002-2003); dai fatti di Venaus alle improvvisazioni per ottenere il finanziamento UE (2007-2008), fino al fritto misto del "destra Dora" (2010-2011) .

Poi i ridimensionamenti del 2013 e 2016.

Della serie: purché si faccia.


 

I progetti più attuali

 

 

 


Ed i relativi sondaggi preliminari:


Da non perdere

 


Articoli in evidenza

Un'analisi del Prof. Andrea Boitani, del Prof. Marco Ponti e dell'Ing. Francesco Ramella [apr. 2007]

 

Un'intervista [dic. 2007] e 4 articoli [2010-2011] del Prof. Marco Ponti:

 

La ricerca dell'ing. Ivan Cicconi sulla dinamica dei costi dell'Alta Velocità in Italia e loro peso inter-generazionale [Nov. 2011]:

 

Un'analisi del Prof. Rémy Prud’homme [apr. 2008]:

 

Un'articolo del Dr. Roberto Perotti su Il Sole 24 ore [apr. 2008]

 

Un'opinione del Prof. Gerardo Marletto [lug. 2008]:

 

Due contributi dai Comitati NO TAV [mar. e ago. 2008]

 

Un aggiornamento dell'analisi costi/benefici dal prof. Tartaglia
[2011]


Dossier da notavbrennero.info

 

  • Misure per favorire la costruzione di infrastrutture "strategiche" in Italia

[aggiornamento a Marzo 2015]:

- sintesi

- documento integrale

 

  • Valutazione di sostenibilità economica delle opere in Italia

[aggiornamento Febbraio 2015]:

- sintesi

- documento integrale


 

E ancora:

 

la lista completa in:

 


Due importanti appelli al governo:

 


Appuntamenti

 

 

 

Venerdì 20 Ottobre 2017 alle ore 21

a Meana, sala polivalente di piazza Europa

Serata informativa: lo smarino arriva a Meana?

Cosa prevedono la variante di progetto e la proposta dell'amministrazione di Meana


 

 

 

Giovedì 26 Ottobre 2017 alle ore 21

a Villar Focchiardo presso Cascina Roland

in via Antica di Francia n. 11

Presentazione del libro:

"La profezia del Don - Andrea Gallo"

Vedi programma Grande Cortile 2017 - prima parte


 

Le nostre news

 

[16-10-2017]

Di obsoleto c'è solo il progetto Tav

In un'intervista al settimanale diocesano La voce e il tempo di Torino, il commissario Foietta tira fuori un'altra perla dalla sua disperata ricerca di argomenti che facciano sembrare utile il Tav Torino-Lione. La litania stavolta é: il traffico merci sulla ferrovia già esistente cala da anni perché la linea è obsoleta. Peccato che la Svizzera sia lì a smentire questa tesi: su linee perfettamente analoghe (Lötschberg) il traffico è aumentato costantemente dal '97 ad oggi e per giunta il loro nuovo tunnel di base dal 2007 non ha prodotto impennate. Certo,gli Svizzeri tassano pesantemente le merci su strada, cosa impensabile da noi, e probabilmente anche in Francia, dato il forte potere della lobby dei camionisti verso i politici. Una lettera degli ingegneri Angelo Tartaglia e Alberto Poggio (entrambi della Commissione Tecnica dei Comuni della Valsusa e di Torino e Venaria), inviata al giornale, smonta punto per punto la bufala.


 

[12-10-2017]

Atti della giornata di studio No Tav

Sabato 7 Ottobre si è svolto a Bussoleno un incontro di formazione del Movimento No Tav dal titolo Varianti, variabili e costanti. I temi che sono stati trattati: la variante di progetto per scavare il tunnel di base da Chiomonte; il sistema delle compensazioni per la Torino-Lione. Sul sito web del Controsservatorio Valsusa sono ora pubblicati sia la presentazione dei temi , sia le registrazioni video delle relazioni svolte.


 

[11-10-2017] Il fallimento del Mose insegni

Nemmeno i media mainstream possono più tacere; oggi La Stampa pubblica un dossier dal titolo "Venezia e il suo Mose, storia di un fallimento". Inascoltate per anni le obiezioni tecnico-ambientali degli oppositori all'opera, il progetto del 1981 oggi è una triste realtà: per lo più inefficace, paratoie corrose e bloccate, cerniere che cedono, costi saliti da 1,6 a 5,5 miliardi, tempi prolungati (per ora) di 11 anni, un enorme sistema di corruzione, a nche se molti degli imputati se la sono cavata, al solito, con la prescrizione. Tipica opera faraonica italiana: tenere presente.


un sasso nello stagno - cap. 3

 

[05-10-2017] Lui è il gatto, io la volpe, siamo in società. Di noi ti puoi fidar

A trattare per le compensazioni Tav a Chiomonte non è il Comune ma, nei fatti, un'associazione privata: Imprend'Oc. E sembra che commissario di governo e Telt l'abbiano accreditata volentieri in questo ruolo: non è un po' strano? In soli tre anni quello che era nato come gruppo di commercianti è diventato “Agenzia di sviluppo per il territorio" ed ha sfornato un progetto (Chiomonte 2025) da almeno 33 milioni che nella forma ricalca i dettami della legge regionale “Démarche grand chantier “ del 2011 e del programma “Smart Susa Valley” ispirati o dettati da Virano in persona. Alla guida di Imprend'Oc oggi troviamo l'ex amministratore delegato di Iren, che è andato in pensione di recente mantenendo evidentemente buoni rapporti con banche ed imprese dell'energia, che insieme hanno già portato centinaia di migliaia di euro a Chiomonte. Il cuore del progetto 2025 è il Pi.Ri.PIC, Piano di Riqualificazione del patrimonio Immobiliare di Chiomonte che coinvolge le case di proprietà dei privati.

Cittadino Chiomontino: lui è il gatto, io la volpe, siamo in società. Di noi ti puoi fidar


 

[05-10-2017]

Torino-Lione: il disincanto francese

Il professor Marco Ponti, già docente di economia dei trasporti al Politecnico di Milano, torna sul tema del Tav Torino-Lione. Lo fa anche lui per evidenziare come nel recente vertice con Gentiloni a Lione il presidente Macron, al di là di un ufficiale ottimismo, abbia rivelato tutti i dubbi di Parigi sull'opera. Vedi l'articolo.


 

[03-10-2017] L'Andrea che conosciamo

Andrea è stato arrestato sabato sera, dopo la manifestazione contro il G7 di Torino con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Ieri nell'udienza di convalida la procura di Torino ha chiesto la custodia cautelare in carcere. A noi sembra un paradosso: in 16 anni di manifestazioni No-Tav abbiamo visto molte volte Andrea adoperarsi ed intervenire sempre per evitare incidenti e per tutelare l'incolumità delle persone da eccessi di uso della forza da parte della polizia. Per questa sua indole generosa lo stimiamo e continueremo a ringraziarlo. Così come d'altronde fanno vari sindaci ed amministratori della Val di Susa, di diverso colore politico. Un abbraccio, Andrea.

----------------------------

Nel pomeriggio del 3/10 Andrea verrà scarcerato con obbligo di dimora a Bussoleno


 

[28-09-2017] Enfasi e realtà della Torino-Lione

Ebbene si, nel vertice Francia-Italia di ieri hanno parlato pure della Torino-Lione. Dichiarazioni ministeriali italiane e relativi media ne riferiscono con grande (esagerata) enfasi; il senso che loro danno è: pausa di riflessione francese 'sta cippa, è confermato che si tratta di opera strategica, il tunnel di base si fa. Ma se si va a leggere il punto 1 (pag 26) del documento finale congiunto italo-francese il senso che si trova è questo: anche sull'avvio del tunnel di base la Francia dirà la sua entro il primo trimestre del 2018, cercando di vederci chiaro, tra l'altro sui "montaggi economico-finanziari"...


 

 

[27-09-2017]

Terzo valico: cantiere chiuso per amianto

A Campomorone, sul versante ligure del Tav terzo valico, nel cantiere di Cravasco i lavori sono stati sospesi per la presenza di pietre verdi al fronte di scavo. Tutto fermo in attesa delle analisi sui campioni rinvenuti


 

[26-09-2017] L'insostenibile sicurezza del Tav

L’architetto Paolo Foietta, attuale commissario di Governo per la Nuova Linea Torino-Lione (Tav), non sa proprio più come motivare la necessità di costruire il tunnel di base. Agli slogan sull'isolamento dall'Europa e l'aria più pulita non crede davvero più nessuno; allora, pensa che ti ripensa, ha scovato un’ultima trovata: l’attuale galleria esistente, quella del Frejus, non rispetta le norme di sicurezza europee! A seguirlo in questo ragionamento verrebbe da dire: allora va chiuso subito, non fra 5 anni (o magari 20 di proroga in proroga); e insieme va immediatamente bloccata buona parte della rete ferroviaria italiana che dovrà essere, anch'essa, ricostruita interamente! Vedi il documento sul rischio da incidenti con treni merci, di Claudio Giorno.

[N.B. Una trattazione esauriente delle caratteristiche della ferrovia internazionale esistente tra Torino e Modane (c.d. Linea storica), anch'essa curata da Claudio Giorno, si trova nel documento intitolato Storia della linea storica]


 

[25-09-2017]

Il corteo No Tav a Chiomonte e i murales di Wall Susa

Splendida domenica di inizio autunno ieri a Chiomonte. Ci siamo ritrovati in circa un migliaio a sfilare per il centro del paese ed a scendere poi ai cancelli dell'area di cantiere. E' stato il prologo di una ripresa della lotta contro la variante di progetto del Tav che vuole mantenere ed ampliare il cantiere per scavare da qui il tunnel di base. La manifestazione si è conclusa con una visita collettiva ai murales realizzati sugli altissimi piloni autostradali nell'ambito dell'iniziativa Wall Susa.

Qui alcune foto della giornata.


 

[21-09-2017] Il senso dell''esposto del Controsservatorio Valsusa alla procura di Roma

L'esposto/denuncia illustra numerose anomalie nel percorso che ha portato all'approvazione della legge di ratifica ed esecuzione dell'Accordo tra i Governi italiano e francese per l'avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione. (Vedi)


 

un sasso nello stagno - cap. 2

 

[17-09-2017]

Paese mio che stai sulla collina

Da oltre 6 anni Chiomonte subisce il danno della presenza del cantiere Tav in Clarea che, piovuto su di un paese già in declino, ha messo in ulteriori difficoltà l'economia vitivinicola ed ha rappresentato il colpo di grazia per turismo culturale e villeggiatura estiva. Per giunta ora la nuova variante di progetto prevede di scavare il tunnel di base ampliando il cantiere, e così l'incresciosa situazione andrebbe a protrarsi almeno per altri 12-15 anni. Il Comune vorrebbe in cambio forti compensazioni, ma intanto già le promesse fatte 6 anni fa dai signori del Tav in questo campo non sono state mantenute; nel frattempo è apparsa sulla scena paesana un'associazione con capacità di fare lobby: pare proprio che voglia surrogare l'amministrazione comunale nella trattativa con i poteri decisionali. Dice di avere a cuore il futuro di Chiomonte.

Povero paese mio che stai sulla collina


 

[17-09-2017] L'Alter-vertice No Tav di Venaus

Si è svolto ieri, ospitato dal Comune di Venaus, l'Alter-vertice No Tav italo-francese sulle conseguenze della pausa decisa oltralpe per la Torino-Lione. Nutrita la presenza francese e molti gli interventi densi di contenuti. Le notizie che hanno avuto maggiore eco mediatica riguardano la richiesta di moratoria per l'opera, avanzata da Karima Delli, presidente della commissione trasporti del Parlamento europeo, e l'annuncio fatto dal prof Tartaglia riguardo ad un esposto alla procura di Roma presentato dal Controsservatorio Valsusa. L'esposto segnala che nell'approvazione della legge di ratifica degli accordi internazionali (tra fine 2016 ed inizio 2017) i parlamentari possono essere stati tratti in inganno da un'analisi costi-benefici vziata da dati inattendibili. Alcune foto ; le registrazioni video degli interventi di Karima Delli , di Angelo Tartaglia


 

[15-09-2017]

Mose: le condanne per corruzione

Ieri il tribunale di Venezia, nel processo di primo grado per lo scandalo della grande opera del Mose, ha condannato per corruzione a 4 anni Altero Matteoli, ex ministro dell'ambiente e delle infrastrutture. Altri imputati se la cavano per prescrizione dei reati (al solito, opportuni tempi lunghi ...). Tra questi l'ex sindaco veneziano, Orsoni. In vista ricorsi in appello, verso ulteriori prescrizioni


 

[13-09-2017] 15 specie abbandonano la Clarea

Nonostante Virano e soci sostengano che il cantiere di Chiomonte fa bene alla salute, nell'area si registra una diminuzione della fauna presente: da 41 specie riscontrate nel 2012 alle 26 attuali. Lo dice perfino l'Arpa, timidamente per carità (che il cantiere ... potrebbe aver contribuito, almeno in parte, alla diminuzione...), in una sua relazione. E ora il nuovo progetto Tav prevederebbe di ampliare il cantiere fino a 120.000 mq: fermiamoli!


 

[09-09-2017] Apericena ai cancelli del Kantiere

A conclusione della settimana di campeggio, gli studenti No Tav hanno partecipato venerdì sera alla consueta inizativa settimanale dell'apericena presso i cancelli della centrale di Chiomonte. I militari di vario ordine e grado schierati nel cantiere non hanno gradito, rispondendo con idrante e lacrimogeni.

Alcune foto


 

[08-09-2017]

Il torrente Carza cancellato dal Tav

Come molti altri corsi d'acqua, sorgenti e pozzi in Mugello, anche il torrente Carza è stato disseccato dailo scavo della galleria del Tav Bologna-Firenze. L'associazione Ok! Mugello ha realizzato un video che documenta lo stato attuale di quello che per secoli fu un alveo di vita.


 

[04-09-2017] Raid dei Pintoni Attivi in Clarea

Ieri, domenica 3 Settembre, si è svolto presso le reti del cantiere Tav in Clarea un matrimonio tra due No Tav.. Le iniziali degli sposi sono C&S, proprio come la sigla del tristemente noto gas contenuto nei lacrimogeni. Slogan della cerimonia: Questo amore è una camera a gas. Le foto


 

[03-09-2017]

Amianto del 3° valico nell'aria di Alessandria

Dal monitoraggio dell'Osservatorio ambientale emerge l'allerta per presenza di amianto nell'aria con concentrazione superiore alla soglia di una fibra per litro. La rilevazione si riferisce al deposito di smarino del terzo valico Cascina Clara e Cascina Buona. La notizia è data dal sito notavterzovalico.info


PER LE DATE PRECEDENTI: vai all' archivio news

 


 


 

Cerca su queste pagine
Cerca su Web
FreeFind


 

Contattaci per organizzare un incontro informativo, un intervento in un evento

tecnotav.tour@gmail.com

facebook.com/tecnotav.tour


Lettere di Telt per esproprio del terreno dei No Tav a Susa:

Istruzioni per rispondere


Alcuni documenti per chi ci legge da lontano:

bafrabatedbaingbasp


Vuoi dare un sostegno a

NO TAV Torino?


Donazioni CASSA DI RESISTENZA NO TAV
Oppure Conto BancoPosta
Numero: 1004906838
Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA
IBAN:
IT22L0760101000001004906838



5-8 Novembre 2015: sessione del

Tribunale Permanente dei Popoli su Diritti fondamentali, partecipazione delle comunità locali e grandi opere.

Dal Tav alla realtà globale

 

Una sentenza storica:

"Sospendere i lavori e cessare l'occupazione militare in Val di Susa"

 

 

 


Campagne NO-TAV

Dossier completo su

chi LTF ha incaricato dei lavori

(senza gara) per allestire il cantiere a Chiomonte:

 

- Fior di intermediari !

- Trascorsi non proprio limpidi

 

- Le ditte ed i consorzi ai raggi x: sempre loro fra fallimenti, riaperture con parenti prestanome, sponsor politici molto interessati...

 

- I tanti guai nel passato degli "imprenditori": appalti truccati, fatture false, corruzioni... E la 'ndrangheta

 

- valutazioni su imprese e costi

 


Campagna a Torino

citta

 

LA GRANDE TRUFFA DEL TAV

registrazioni audio-video

al convegno del 23-02-2013



Una valle militarizzata

A Chiomonte c'è una base militare con una recinzione abusiva per acchiapare soldi UE. In Val di Susa stanno sperimentando un modo "moderno" per realizzare grandi opere.

Tragico epilogo della fu-democrazia in un Paese gravemente malato, che non esita a dichiarare guerra anche ai propri cittadini


 

I peccati della Maddalena

(realizzato da Fratelli di Tav)




Non solo TAV Torino-Lione

Alta Velocità: emblema di modernità, patente di europeismo, garanzia di progresso e di sviluppo?

 

Le merci attraversano le Alpi:

notizie, documenti e schede sul problema della gestione dei flussi di merci attraverso la catena alpina.

Analisi e proposte alternative attente alla sostenibilità ambientale

 

I cantieri dell'Alta velocità: i media ne parlano poco o niente. Che sia un caso?


Il ruolo dell'Unione Europea

Le funzioni di programmazione e di coordinamento dell’Unione Europea in relazione allo sviluppo di reti transeuropee di trasporto, il quadro di regole comuni, i finanziamenti europei, i rapporti dei cittadini con il Parlamento europeo....

 

Contro le grandi opere inutili imposte


Il futuro dei trasporti

Fare dell’Italia una grande piattaforma logistica a servizio dell'Europa: è questo il progresso, è questo il futuro che ci aspetta?


Imprese-partiti-mafie

Articoli e documenti su:

 



Ultimo aggiornamento: 18-Ott-2017