Cronologia del Tav Torino-Lione

A partire dalle vicende più recenti


Sviluppi di varianti progettuali e lavori preliminari

 

 

 

Tratta internazionale

 

 


Valutazione dell'opera

 

Torino-Lione e Green Deal europeo sono in antitesi

 

 

La Corte dei Conti europea presenta uno studio molto critico (2018):

 

 

Il bilancio dell'opera presenta un risultato negativo tra 5,7 e 8 miliardi

 

 


I progetti vigenti

 

TRATTA INTERNAZIONALE

 

 

TRATTE NAZIONALI

 

 

  • La Francia iniizerà studi e progettazione solo dopo il 2030

 

 

15 anni di ridimensionamenti: purché si faccia, anche solo il tunnel di base:

 


La palude delle compensazioni

 

Promesse e manovre:

 

 


Le motivazioni No Tav

 

 

 

 

 

  • Alcuni documenti per chi ci legge da lontano: in Francese, Tedesco, Inglese, Spagnolo

    bafrabatedbaingbasp

 

 

IN EVIDENZA : nuovo esproprio di terreni No Tav

Interessa tutti coloro che fecero l'acquisto collettivo sotto la nevicata del 28/10/2012 a Susa

 

A ottobre 2024 sono previste le procedure di esproprio dei nostri terreni nei pressi dell'autoporto di Susa, analogamente a quanto già fatto nel 2021 per quelli di Chiomonte.
Si tratta dei terreni dove sorge il presidio notav "Sole e Baleno", a S.Giuliano di Susa, proprio di fronte allo svincolo autostradale di Susa.
Alcuni dei 1054 proprietari hanno già ricevuto da TELT la convocazione, molti devono ancora riceverla.
Il movimento No Tav sta valutando le iniziative da promuovere in occasione delle procedure di esproprio forte anche dell'esperienza maturata in passato; nel frattempo raccogliamo i dati relativi alla convocazione dei proprietari che terremo poi informati utilizzando l'indirizzario già usato in passato e che raccoglie gli indirizzi di gran parte dei proprietari.


Chi ha ricevuto la convocazione è dunque invitato a fornire i relativi dati compilando il modulo che trova qui: https://forms.gle/SegQhBpyAqaXatuP9
Chi non l'ha ancora ricevuta compilerà il modulo quando avrà ricevuto la convocazione.


Appuntamenti

 

 

Martedì 16 luglio 2024 dalle 19,30

al presidio No Tav "Leonard Peltier" di San Didero:

- ore 19,30 apericena condiviso (ognuno porti qualcosa e stoviglie e posate proprie)

- ore 21,20 balli occitani con Libera Suoneria trio



Le nostre news

 

[03-07-2024] L'ex pm Padalino sanzionato dal Csm: sospeso dalle funzioni per 18 mesi e trasferito a 500 km di distanza

Era uno dei pm torinesi "con l'elmetto" a testa bassa contro i No Tav. Cosa che gli dava notorietà, e lui si è sentito potente. Ha così ottenuto per sè, la famiglia e la scorta di agenti vantaggi in termini di ospitalità gratuita in siti turistici di pregio. Il processo penale per corruzione in atti giudiziari che ne è derivato lo ha visto assolto, ma è stato giudicato in ogni caso colpevole dal Csm che ha emesso il provvedimento disciplinare. Quando riprenderà a lavorare a L'Aquila eserciterà come giudice civile, non più penale. Leggi


 

[30-06-2024] Silvano, Nicoletta, i Carabinieri: lettera a Mattarella

Dal 3 giugno Nicoletta è nuovamente agli arresti domiciliari, con divieto di comunicare. Il giorno del decesso di Silvano si sono presentati a casa loro i Carabinieri per notificare una diffida: una notte di tre settimane prima, alle 2, Nico non aveva risposto alla scampanellata di controllo della presenza a domicilio. Erano giorni di continua, amorevole ma estenuante assistenza al marito sofferente. L'accanimento ha fatto scaturire una lettera al Presidente Mattarella da la Rete delle Mamme da nord a sud


 

[29-06-2024] Ciao, Silvano

Silvano Giai, compagno di Nicoletta Dosio, se n'è andato ieri. Era malato da molto tempo e nell'ultimo anno ha sofferto tanto ma sempre con grande dignità. I No Tav di ogni latitudine lo hanno incontrato in quella che è tuttora una sede imprescindibile del Movimento, La Credenza, trattoria ed associazione culturale di Bussoleno che gestiva con Nicoletta. E poi lo hanno rivisto in qualsiasi iniziativa No Tav. Mancherà un importante punto di riferimento organizzativo al Movimento ed alla sinistra valsusina, mancherà all'amore di Nicoletta e all'affetto di tutti noi. Ciao, Silvano. Il saluto di Bianca e Alberto; il commiato di Ermelinda


 

[19-06-2024] Susa: uso improprio di pulpito

Capita ormai che i Carabinieri predichino in chiesa. A volte col nobile intento di allertare gli anziani sui rischi di truffe; altre volte allargandosi a temi ancora più impropri in quella sede. Così è stato Domenica 16 giugno nella chiesa di Sant’Evasio a Susa, quando il Capitano della locale Compagnia si è lanciato in giudizi denigratori dei manifestanti del giorno precedente. Forse gli era sfuggito che l'iniziativa fosse diretta contro l'infiltrazione delle mafie nel Tav e nelle grandi opere. Presenti nel corteo del sabato, ma anche alla messa in questione, i Cattolici per la Vita nella Valle hanno risposto con un comunicato. Anche dal Movimento No Tav sono giunte parole di esecrazione.


 

[10-06-2024] Report dall'incontro No Tav franco-italiano del 2 giugno

Domenica 2 giugno si è svolto ad Aoste, in Savoia, una giornata di incontro tra No Tav francesi ed italiani convocato ad un anno dalla manifestazione internazionale in Maurienne. Pur inserito tra momenti di convivialità e musica, si è tenuto un confronto tra gli attivisti dei due Paesi che ha consentito un utile aggiornamento reciproco sulle lotte contro l'opera, sui lavori in corso ed il loro impatto su ambiente e salute. Anche in Francia il prefetto si è distinto per un'ordinanza che ha fatto perquisire auto e bagagli dei partecipanti alla ricerca di ... armi! Leggi il resoconto di Hélène Gallo


 

 

[10-06-2024] Tav Torino-Lione: a che punto è davvero

Ospitiamo un'intervista ad Alberto Poggio della Commissione tecnica dei Comuni pubblicata sul sito lifegate.it il 16 maggio scorso. Poggio compie un escursus aggiornato sui lavori in corso per l'opera sia in Italia, sia in Francia riguardo al tunnel di base ed alle tratte nazionali di adduzione e non tralascia di aggiornare i costi di realizzazione. Leggi


 

[05-06-2024] Nicoletta Dosio di nuovo agli arresti domiciliari

Da lunedì 3 giugno Nicoletta è nuovamente ai domiciliari su decisione della giudice Elena Massucco in esecuzione di una condanna definitiva per il reato di evasione (1 anno e 9 mesi). Come atto di disobbedienza civile, la Dosio aveva deciso di violare più volte gli arresti domiciliari, ritenendo che fosse una misura ingiusta e sproporzionata rispetto ai fatti contestati. Si spostò in tutta Italia per affermare questi principi, partecipando a manifestazioni e iniziative, per poi tornare sempre a casa sua a Bussoleno, nel segno della campagna “Io sto con chi resiste”


 

[03-06-2024] Vicenza: occupato un bosco per difenderlo dal cantiere Tav

Dopo il blitz di metà aprile, a Vicenza continua la lotta contro l'insediamento del cantiere Tav. L'area allora liberata è stata pacificamente invasa e gestita come un bene comune della città. Si tratta di 11.000 metri quadri su cui insisteva parte dell'ex stabilimento Lanerossi che col tempo si sono rinaturalizzati a bosco, con tanto di fauna piccola e grande. Sul fronte di difesa del verde ci sono le realtà No Tav vicentine, con a fianco le associazioni ambientaliste (che hanno anche presentato un ricorso al Tar) , i Medici per l'Ambiente, i centri sociali, i Fridays for Future e vari comitati ecologisti. «Noi abbiamo bisogno degli alberi. Ora gli alberi hanno bisogno di noi» Leggi


 

PER LE DATE PRECEDENTI: vai all' archivio news

 


I contenuti di questo sito sono riportati, insieme a molte altre informazioni e numerosi materiali utili ai fini di ricerche, su


Altri siti No Tav attivi nella lotta alla Torino-Lione
 

Cerca su queste pagine
Cerca su Web
FreeFind


SOSTIENI NO TAV Torino


CASSA DI RESISTENZA NO TAV

Oppure Conto BancoPosta
Numero: 1004906838
Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA
IBAN:
IT22L0760101000001004906838

La repressione giudiziaria del Movimento No Tav

 

Il caso emblematico di Dana

 

 

 

 

 

Centinaia di militanti imputati in decine di processi per oltre un decennio; molte misure cautelari di privazione della libertà prima del giudizio

 


I cittadini inascoltati, la valle militarizzata

 

Il Tav Torino-Lione è il caso più lampante di grande opera inutile imposta alla popolazione

 

Interviene, in seguito ad un esposto, il Tribunale Permanente dei Popoli che sentenzia: violati i diritti fondamentali dei cittadini

 

 

 

 

Autore dell'esposto al TPP è

 

 

nato nel 2014 p er vigilare attentamente sui limiti posti all'agibilità democratica.

 

Negli anni seguenti il Controsservatorio promuove convegni, pubblicazioni, appelli, esposti alla Magistratura

 

 


Il Movimento No Tav

 

Oltre trent'anni di ostinata resistenza

 

Un filo rosso nelle lotte NO-TAV:

 

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: 16-Lug-2024