Ricevi la nostra Newsletter?

Cosa trovate in questo sito

Raccontiamo il mito del Treno ad Alta Velocità e, per contro, le lotte di difesa dei territori: è una storia lunga decenni, con un epicentro in Val di Susa. Lo facciamo non solo raccogliendo e pubblicando le notizie di attualità più significative, indagandone connessioni e senso politico; curiamo anche sezioni dedicate a seguire alcuni temi cruciali:

I progetti del Tav torino-Lione

con le motivazioni puntuali degli esperti di un'opposizione robusta e sempre attiva

Le radici No Tav in val di Susa

la base popolare; anni di laboratorio della partecipazione informata, vera scuola di un modello alternativo di futuro

Casta, cricche, cosche: la compagnia delle grandi opere

un cancro italiano che prova a scardinare perfino la democrazia e prospera sui flussi di denaro pubblico investito in infrastrutture

Come utilizzare al meglio i contenuti di questo sito?
Ecco una breve guida alla ricerca dei documenti

 

Documento del Comitato scientifico del Controsservatorio Valsusa

 


 

 

L'apertura dei nuovi cantieri

(nelle intenzioni dei promotori)

tra il 2017 e il 2030


 

Serata informativa di Torino

del 7 Aprile 2017

(con video della relazione tecnica)


 

Perché diciamo NO al TAV
Torino-Lione

Le ragioni dell'opposizione ad una nuova ferrovia: una proposta di lettura delle ragioni NO TAV a diversi livelli di approfondimento.


Scarica il dossier pdf stampabile (6 pag.)

 

INOLTRE:

Giugno 2014

 

 

a cura del prof. Guidi Rizzi (Politecnico di Torino)

 

Settembre 2014:

inerente il trasporto merci su ferrovia nella tratta di valico

curato da prof. Guido Rizzi e ing. Andrea Allasio

 


Politecnico di Torino, 26 Aprile 2012

Convegno scientifico: Tav Torino-Lione quali opportunità e criticità?

Gli atti: audio/video e documenti


 

Le ragioni contro la Torino-Lione sulla rivista scientifica FEB

(articolo in Italiano ed in inglese)

 

Ecco invece le ragioni a favore della Torino-Lione: stanno comodamente in 3 minuti di video


Spagna:

Zapatero ha puntato troppo sulle linee ad Alta Velocità (AVE), che alla prova dei fatti hanno prodotto un pauroso deficit d'esercizio
[dal sito della TV svizzera-italiana]


La lotta al TAV in un video


di Manolo Luppichini
e Claudio Metallo


Un'alternativa al TAV ?

Ammodernare la ferrovia che esiste già. Due esempi:

 

Con il 2010 alcuni tra gli interventi strutturali indicati sono stati completati; mancano però le misure gestionali e fiscali, nonché gli investimenti per nuovo materiale rotabile.

 

Le basi analitiche:


Cronologia del TAV To-Lione

Anni di evoluzione tecnica, politica e sociale della vicenda. Anni assai significativi nella storia ultraventennale del movimento NO-TAV. Anni di variazione dei progetti della nuova ferrovia.

 

Due articoli che racchiudono il senso di anni di resistenza

 

Un filo rosso nelle lotte NO-TAV:


Dalle prime ipotesi fantasiose alla "soluzione sinistra Dora" (2002-2003); dai fatti di Venaus alle improvvisazioni per ottenere il finanziamento UE (2007-2008), fino al fritto misto del "destra Dora" (2010-2011) .

Poi i ridimensionamenti del 2013 e 2016, la variante del 2017.

Della serie: purché si faccia.


 

I progetti più attuali

 

 

 

 

 

 


Ed i relativi sondaggi preliminari:


La palude delle compensazioni

 

Promesse e manovre

Dossier di Novembre 2017


Da non perdere

 


Articoli in evidenza

Un'analisi del Prof. Andrea Boitani, del Prof. Marco Ponti e dell'Ing. Francesco Ramella [apr. 2007]

 

Un'intervista [dic. 2007] e 4 articoli [2010-2011] del Prof. Marco Ponti:

 

La ricerca dell'ing. Ivan Cicconi sulla dinamica dei costi dell'Alta Velocità in Italia e loro peso inter-generazionale [Nov. 2011]:

 

Un'analisi del Prof. Rémy Prud’homme [apr. 2008]:

 

Un'articolo del Dr. Roberto Perotti su Il Sole 24 ore [apr. 2008]

 

Un'opinione del Prof. Gerardo Marletto [lug. 2008]:

 

Due contributi dai Comitati NO TAV [mar. e ago. 2008]

 

Un aggiornamento dell'analisi costi/benefici dal prof. Tartaglia
[2011]


Vedi un'ampia lista di testi in

 


Due importanti appelli al governo:

 

Appuntamenti

 

 

 

Venerdì 25 e Sabato 26 Maggio 2018

durante le due tappe del Giro d'Italia in Val di Susa

le bandiere No Tav e quelle palestinesi

insieme contestano la vergogna etica e sportiva

di un Giro partito da Israele.

Vedi il documento del Movimento No Tav


 

Le nostre news

 

Marcia No Tav Rosta - Avigliana del 19 Maggio 2018

 

Le foto della marcia di Luca Perino

e

quelle di Diego Fulcheri


 

[22-05-2018] Nessuna maxi-penale se si sospendono i lavori del Tav

L'ultimo disperato argomento dei fautori della Torino-Lione (lo stop ai lavori comporterebbe 2 miliardi di penale) è privo di fondamenti normativi e contrattuali. Insensato inoltre affermare, come fanno, che costerebbe di meno realizzare la linea, dimenticando tra l'altro, volutamente, quanto nei grandi lavori lievitino sempre i costi in corso d'opera


 

[22-05-2018] Tutti assolti i giovani No Tav

Il procedimento riguardava un gruppo che 14 Giugno 2013 partiva dal campeggio estivo studentesco di Venaus per volantinare contro il Tav all'ingresso della ditta Itinera di Salbertrand, operativa nel cantiere di Chiomonte. L'assoluzione fa cadere ancora una volta le accuse della procura di Torino, che in questo caso erano: imbrattamento, invasione di terreni ed edifici, interruzione di pubblico servizio, violenza privata e resistenza aggravata a pubblico ufficiale. Per quella giornata rimane soltanto la condanna di Roberta Chiroli, tesista di Antropologia a Venezia: 2 mesi per concorso morale. Che a maggior ragione è totalmente insensata.


 

[18-05-2018] Allarmismi infondati ed interessati sull'ipotesi di sospendere la Torino-Lione

Da che nelle bozze del "contratto di governo" tra Lega e M5s è comparsa l'ipotesi di sospensione del progetto Tav Torino Lione, il partito trasversale degli affari si è affrettato a lanciare allarmi: si dovrebbero pagare 2 miliardi di penale, tanto quanto costa (singolare e sospetta coincidenza) costruire il tunnel di base! Sono dichiarazioni fatte ieri dal presidente del Piemonte, Chiamparino, e dal commissario governativo Foietta. Dichiarazioni che il Presidio Europa No Tav smonta come false, citando accordi internazionali ed atti istituzionali. Non ci possono in ogni caso essere penali, posto che non sono stati ancora nemmeno indetti gli appalti per far iniziare i lavori. A questo punto è sacrosanta una proposta, che peraltro i No Tav avanzano da anni: si facciano un'esame tecnico-economico serio del progetto, basato su dati scientifici, ed un'analisi costi-benefici super-partes dell'opera. Oggi però in presenza, aggiungiamo noi, di un altro commissario di governo.


 

[13-05-2018] Una giovane migrante senza nome muore sulla rotta delle Alpi

Mercoledì è stata trovata senza vita, nei pressi di Briançon. E' annegata in un corso di acqua gelida, probabilmente nel tentativo di sfuggire alla gendarmeria o ai fascisti di Generazione identitaria che pattugliano i sentieri a caccia di migranti. Nessun documento, nessuna segnalazione di scomparsa.

Ti chiamerò mia sorella


[27-04-2018] Maxi-processo No Tav: la Cassazione annulla la sentenza d'appello di Torino

In tema di procedimenti contro i militanti No Tav ancora una volta la Corte di Cassazione boccia i teoremi della magistratura torinese, e smonta letteralmente a pezzi la sentenza del maxi-appello: per i 35 imputati rimasti il processo a Torino dovrà essere rifatto (appello bis), tra posizioni da rivedere completamente (27 casi), riduzioni di pena (7 casi) ed un'assoluzione. Rivisti anche i risarcimenti, eliminando in particolare quelli richiesti dai sindacati di polizia.

Vedi il comunicato del Movimento No Tav ed il commento di Livio Pepino, già componente del Consiglio superiore della magistratura


 

[27-04-2018]

Melendugno: sequestrata area del cantiere Tap

La procura di Lecce ha disposto il sequestro probatorio di 60 ettari del cantiere dopo che ben 448 ulivi sono stati espiantati senza attendere il nulla-osta paesaggistico e senza ottemperare alla prescrizione che limitava al perido Dicembre-Febbraio l'esecuzione di eventuali spostamenti di alberi.


 

[27-04-2018] La procura di Torino indaga Blu per "imbrattamento"

Il writer italiano Blu è considerato uno dei migliori street artist del mondo, ma la procura torinese lo accusa di imbrattamento a causa di un murales che ha dipinto in un sottopasso sulla statale 24 nei pressi di Chiomonte. Era già successo, per un'altra sua opera realizzata sempre a Chiomonte in via dell'Avanà..


 

[25-04-2018] Il PG di Torino: “Il boss della ’ndrangheta ebbe rapporti con l’ala deviata del Pd”

Nell'appello (bis) del maxi-processo "Minotauro" alla 'ndrangheta nel Torinese, durante la contro-replica dell'accusa si è sentita questa affermazione. Si riferisce ai contatti intercorsi nel 2010 tra Salvatore Giorgio Demasi, padrino della ‘ndrangheta torinese, ed alcuni esponenti del Pd locale in cerca di voti per le "primarie" legate al turno delle elezioni comunali 2011. "Ovviamente - ha precisato il procuratore generale - io non ho parlato del Pd nel suo complesso".


 

[23-04-2018] Archiviato (malamente) l'esposto No Tav alla procura di Roma

Presentato nel Settembre 2017 dal Controsservatorio Valsusa con Sindaci e tecnici della Commissione dei Comuni, l'esposto alla procura romana denunciava la presenza di dati fasulli alla base delle ratifiche parlamentari degli accordi italo-francesi sul Tav. Lo scorso 20 Marzo l'esposto è stato archiviato sbrigativamente e con procedura irrituale. Si sa, è il destino delle denunce presentate dai No Tav. Vedi il comunicato del Controsservatorio Valsusa e l'articolo de Il Fatto Quotidiano.


 

[21-04-2018]

Sentenza del processo "Trattativa Stato-mafia"

Si è concluso ieri a Palermo il processo in corte d'assise per la trattativa Stato-mafia avviata negli anni 1992-93. La sentenza arriva a 25 anni dalle bombe e condanna a 12 anni i vertici del Ros dei carabinieri Mori e Subranni e l'ex senatore Fi Dell'Utri, che fu cerniera nel rapporto tra le due parti contraenti: ci dice che non solo la Trattativa tra Cosa nostra e pezzi dello Stato c’è stata, ma che ad averla fatta sono stati i boss mafiosi, tre alti ufficiali dei carabinieri e il fondatore di Forza Italia.


 

 

[21-04-2018] Perché No Tap

In poche righe, semplici e chiare, il Comitato No Tap di Capo di Leuca spiega le ragioni di opposizione al gasdotto Trans Adriatic Pipeline, che attraversa il territorio italiano senza lasciare nemmeno un metro cubo di gas, tutto destinato ai paesi del nord Europa (vedi)


 

[18-04-2018] Pagina No Tav su Luna Nuova

Nell'edizione di ieri, il bisettimanale locale della Val di Susa, Luna Nuova, pubblica una pagina redatta a cura dei siti No Tav e della Commissione tecnica. Riguarda le minacce che incombono tra Avigliana e Rivalta per gli eventuali lavori di realizzazione del progetto Tav rivisto. Annuncia per il prossimo 19 Maggio una manifestazione con corteo da Rosta ad Avigliana.


 

 

[11-04-2018] La Corte di Cassazione rinvia la sentenza per il Maxi-processo No Tav

A causa di un vizio di forma per un imputato, la sentenza slitta al 27 Aprile. In vista della nuova data, la richiesta avanzata dalla procura generale della Cassazione è di confermare le condanne emesse in appello per 38 imputati.


 

[11-04-2018] Il prof. Ponti scrive al M5s: ecco le grandi opere inutili

Ecco le prime realizzazioni da stoppare applicando l'analisi costi-benefici, criterio che il M5s dice di voler utilizzare: le ferrovie AV Torino-Lione, il Terzo Valico, la tratta Brescia-Padova, il sottoattraversamento di Firenze. Ma anche l'autostrada Pedemontana Lombarda. La rinuncia alle inutili linee AV citate darebbe, da sola, un risparmio di 15 miliardi.


 

[09-04-2018] In atto lo sgombero della Zad

A quasi 3 mesi dall'abbandono del progetto di un nuovo aeroporto a Notre Dame des Landes, dall'alba di stamattina è in corso lo sgombero degli occupanti la Zone à défendre con l'impiego di 2500 gendarmi, mezzi militari, gas lacrimogeni e l'allontanamento dei mezzi di comunicazione. Scatta una mobilitazione in tutta la Francia e non solo: in attesa di una manifestazione a Nantes il prossimo sabato 14, già oggi alle 18 sono convocati presìdi davanti alle prefetture delle principali città. Una delegazione del Movimento No Tav va alla frontiera di Claviere a portare la propria solidarietà. Vedi il comunicato


 

[09-04-2018]

Condannato un altro giornalista indipendente

Il 24 Agosto 2012 Davide Falcioni seguì e raccontò per "Agoravox" un'azione dimostrativa dei No Tav: i manifestanti entrarono pacificamente negli uffici della ditta Geovalsusa a Torino esponendo poi uno striscione (Basta devastazioni in Valsusa!) al balcone. Oggi Falcioni è stato condannato a 4 mesi per violazione di domicilio, sulla base del suo articolo di allora e soprattutto della sua testimonianza in tribunale che avvalorava la natura pacifica dell'azione dei No Tav.


 

[31-03-2018] Odg del Consiglio comunale di Susa: il Governo consideri l'inutilità della Torino-Lione

L'ordine del giorno, approvato dalla maggioranza del Consiglio, richiama il recente documento governativo che ammette l'errore di previsione sul volume dei traffici con cui si giustificava la realizzazione di una nuova ferrovia tra Torino e Lione. E sollecita un riesame dell'utilità dell'opera, coinvolgendo anche gli altri enti locali (vedi)


 

PER LE DATE PRECEDENTI: vai all' archivio news

 


 


 


Cerca su queste pagine
Cerca su Web
FreeFind


 

Contattaci per organizzare un incontro informativo, un intervento in un evento

tecnotav.tour@gmail.com

facebook.com/tecnotav.tour


Lettere di Telt per esproprio del terreno dei No Tav a Susa:

Istruzioni per rispondere


Alcuni documenti per chi ci legge da lontano:

bafrabatedbaingbasp


Vuoi dare un sostegno a

NO TAV Torino?


Donazioni CASSA DI RESISTENZA NO TAV
Oppure Conto BancoPosta
Numero: 1004906838
Intestato a: DAVY PIETRO CEBRARI MARIA CHIARA
IBAN:
IT22L0760101000001004906838



5-8 Novembre 2015: sessione del

Tribunale Permanente dei Popoli su Diritti fondamentali, partecipazione delle comunità locali e grandi opere.

Dal Tav alla realtà globale

 

Una sentenza storica:

"Sospendere i lavori e cessare l'occupazione militare in Val di Susa"

 

 

 


Campagne NO-TAV

Dossier completo su

chi LTF ha incaricato dei lavori

(senza gara) per allestire il cantiere a Chiomonte:

 

- Fior di intermediari !

- Trascorsi non proprio limpidi

 

- Le ditte ed i consorzi ai raggi x: sempre loro fra fallimenti, riaperture con parenti prestanome, sponsor politici molto interessati...

 

- I tanti guai nel passato degli "imprenditori": appalti truccati, fatture false, corruzioni... E la 'ndrangheta

 

- valutazioni su imprese e costi

 


Campagna a Torino

citta

 

LA GRANDE TRUFFA DEL TAV

registrazioni audio-video

al convegno del 23-02-2013



Una valle militarizzata

A Chiomonte c'è una base militare con una recinzione abusiva per acchiapare soldi UE. In Val di Susa stanno sperimentando un modo "moderno" per realizzare grandi opere.

Tragico epilogo della fu-democrazia in un Paese gravemente malato, che non esita a dichiarare guerra anche ai propri cittadini


 

I peccati della Maddalena

(realizzato da Fratelli di Tav)




Non solo TAV Torino-Lione

Alta Velocità: emblema di modernità, patente di europeismo, garanzia di progresso e di sviluppo?

 

Le merci attraversano le Alpi:

notizie, documenti e schede sul problema della gestione dei flussi di merci attraverso la catena alpina.

Analisi e proposte alternative attente alla sostenibilità ambientale

 

I cantieri dell'Alta velocità: i media ne parlano poco o niente. Che sia un caso?


Il ruolo dell'Unione Europea

Le funzioni di programmazione e di coordinamento dell’Unione Europea in relazione allo sviluppo di reti transeuropee di trasporto, il quadro di regole comuni, i finanziamenti europei, i rapporti dei cittadini con il Parlamento europeo....

 

Contro le grandi opere inutili imposte


Il futuro dei trasporti

Fare dell’Italia una grande piattaforma logistica a servizio dell'Europa: è questo il progresso, è questo il futuro che ci aspetta?


 

 


Ultimo aggiornamento: 22-Mag-2018